Questo sito contribuisce alla audience di

Struffoli

Gli struffoli si preparano impastando la farina e lavorando l'impasto ricavandone poi delle palline che verranno prima fritte e poi condite con zucchero caramellato o miele e frutta candita a pezzetti. Ecco i passaggi della ricetta degli struffoli.

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Campania (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Difficile

Persone Persone:
6

Tempo Tempo:
30 minuti + 2 ore di raffreddamento + 40 minuti di cottura

Vino Vino:
Greco di bianco.

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 500 gFarina
  • 4Uova
  • 4 cucchiaiOlio
  • 300 gMiele
  • 100 gZucchero
  • 1Limone
  • 2Arance
  • 100 gCanditi misti
  • q.b.Olio di semi
  • q.b.Sale
  • q.b.Diavolini
  • q.b.Ciliegie candite

Preparazione

Step 1

Setacciate 400 g di farina sulla spianatoia, fate la fontana e nel centro mettete del sale, le uova, la scorza di limone grattugiata e l'olio di oliva. Lavorate fino ad ottenere una pasta liscia, morbida ma solida: se dovesse essere necessario, unite altra farina.

Step 2

Formate con la pasta tanti bastoncini lunghi e tagliateli, quindi friggeteli nell'olio molto caldo, scolateli e fateli asciugare su carta assorbente. Nel frattempo scaldate in una larga casseruola il miele con lo zucchero.

Step 3

Quando saranno ben sciolti unite la scorza delle arancie grattugiata, i canditi tagliati ed infine gli struffoli. Mescolate con un cucchiaio di legno e cuocete per qualche minuto, fino a quando tutti i pezzetti di pasta saranno ben amalgamati con il miele.

Step 4

Sistemate gli struffoli su un piatto da portata, formando una ciambella (vedi suggerimenti). Completate cospargendoli di diavolini e guarnite con le ciliegine.

Consigli

Per conferire agli struffoli una forma perfetta di ciambella modellate gli struffoli con le mani bagnate e poi procedete alla guarnizione. Il contenuto di zuccheri nei dolci ha effetti positivi sull'organismo perchè aiutano efficacemente a combattere lo stress, ovviamente senza abusarne! Per i suggerimenti forniti ringraziamo la sig.ra Adele Malfatti di Bari

Commenti

Iscriviti alla newsletter!