Questo sito contribuisce alla audience di

Friuli Venezia Giulia

La cucina friulana è caratterizzata da due aspetti fondamentali: uno relativo a cibi agrodolci e speziati e l'altro più semplice ma egualmente saporito che risale alle epoche dei contadini e dei pastori, con una gran varietà di minestre gustose e originali.

Friuli Venezia Giulia

Friuli Venezia Giulia, visualizza tutte le ricette (66)


La varietà di prodotti, tutti ottimi, disponibili in questa regione è davvero impressionante, e sarebbe impossibile racchiuderli tutti in una semplice pagina, ci limiteremo alla citazione di quelli più rappresentativi, tenendo sempre ben presente che sono una goccia nel mare.
Una delle minestre più diffuse sul territorio, e anche una delle più saporite, è quella di fagioli, che viene preparata nelle caratteristiche pentole di coccio, assieme a lardo e aromi.

I prodotti tipici del Friuli come abbiamo detto sono numerosissimi e ottimi, spaziano dai formaggi ai salumi agli ortaggi, ecco un breve elenco a partire dai formaggi:

Il montasio D.o.p. è un formaggio di latte intero, a pasta compatta; il formaggio salato della Carnia viene prodotto quasi esclusivamente nella zona alpina e di Spilimbergo, il tabor del Carso è un formaggio salato dal gusto forte e deciso.
Tra i salumi meritano senz'altro menzione il prosciutto di San Daniele D.o.p. ricavato dalla lavorazione di carni pregiate, il prosciutto di Sauris prodotto con cosce di suini allevati nell’alta Carnia, il prosciutto carsolino per il quale i suini destinati alla produzione vengono nutriti con una dieta a base di cereali, patate, radici e semola, il peta della Val Cellina, insaccato prodotto con un trito di manzo, maiale, capra e carne di selvaggina, infine il  muset o cotechino friulano, la cenerentola degli insaccati che sfrutta i tagli meno nobili del maiale.

Anche gli ortaggi sono ovviamente presenti con i famosi fagioli della Carnia piccoli e di colore rossastro, gli asparagi bianchi dal sapore delicato, la brovade (o brovada) che si ottiene tagliando in piccole fettine delle rape a colletto viola macerandole poi nelle vinacce e cucinandole in padella.
 
Tra i dolci spiccano essenzialmente due ricette tipiche, la gubana, una specialità goriziana farcita con noci, uvetta, pinoli, zibibbo, cioccolato che alcuni amano servire cospargendola di slivovitz (grappa alle prugne) e le sbreghe, biscotti di pasta dura arricchiti di mandorle, cugini dei "cantucci" toscani.

I vini sono numerosi e tutti gustosi, ce ne sono 9 DOC e 2 DOCG, con tutte le loro numerose varietà, citiamo il Colli Orientali del Friuli dal colore rosso intenso granato se invecchiato, il Grave del Friuli di colore rosso rubino e di odore vinoso, l'Aquileia, un vino antico che sta ora rivivendo una seconda giovinezza ricco di corpo e di colore rubino intenso.

E per completare la carrellata non potevamo certo trascurare i liquori, tra i quali spiccano la grappa friulana, ottimo liquore da gustare nelle giornate invernali con una gradazione che varia dai 38° ai 60°, l'acquavite di uva dal colore trasparente, gradazione da 38°- 55° gradi alcolici, con sapore tipico proprio della singola varietà d’uva, un gusto forte e morbido, e il cjariei, grappa di 30° con cumino tipico carnico.

Iscriviti alla newsletter!