Questo sito contribuisce alla audience di

Pere, caratteristiche e ricette

La pera è un dolce frutto che si presenta in varie qualità, con una polpa con una consistenza differenziata a seconda del tipo di pera. Conosciamo meglio la pera e le sue caratteristiche.

Pere, caratteristiche e ricette

Pere, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (61)



La pera è il frutto per antonomasia della stagione autunnale, anche se più precisamente si tratta di un falso frutto delle piante del genere Pyrus.
Le varietà oggi coltivate derivano da un insieme di specie selvatiche, tutte originarie dall'Europa e dall'Asia e, per questo motivo, è possibile affermare che la pera è un frutto tipicamente mediterraneo.
La stagione di raccolta inizia dalla fine dell'estate e prosegue fino a fine dicembre a seconda delle varietà.

Le pere hanno poche calorie (30-35 kcal per 100 g), sono ricche di fibre (con una pera si copre il 16% del fabbisogno giornaliero), che agiscono sull’intestino normalizzandone le funzioni: ecco perché le pere sono consigliate in caso d’intestino pigro, ma anche in caso di dissenteria.
La pera è ricca di zuccheri semplici, specialmente fruttosio che la rendono adatta quando si avverte una stanchezza fisica o mentale, fornisce minerali e vitamine, soprattutto potassio e vitamina C.

E grazie a questo mix di sostanze, la pera aiuta ad aumentare le difese immunitarie e a regolare l’equilibrio acido-basico dell’organismo.

La prevalenza di potassio nelle pere le rende adatte ad una dieta iposodica.

Le pere conservazione

Al momento dell’acquisto è importante controllare che la pera sia intatta, priva di ammaccature e tracce di muffa: la buccia deve risultare asciutta e senza grinze. Una buona pera deve avere un buon profumo aromatico, la sua polpa non deve avere parti cedevoli al tatto e il suo picciolo deve essere verde e ben ancorato al frutto.
Le pere si ammaccano facilmente, per cui è necessario maneggiarle con cura, è bene comprarle dure e portarle a maturazione a casa: le pere infatti si conservano molto bene in frigorifero e, a differenza di molti altri frutti, maturano meglio una volta raccolte.

Per accelerare il processo di maturazione è sufficiente riporre le pere in un sacchetto di carta marrone e mantenerle a temperatura ambiente: in un lasso di tempo dai 2 ai 5 giorni saranno pronte per essere consumate.

I sacchetti di carta aiutano a prevenire l'avvizzimento perché trattengono l'umidità prodotta dalle pere durante la maturazione. E' possibile utilizzare anche sacchetti di plastica, ma occorre porre particolare attenzione perché aumentano l'umidità in maniera considerevole cosa che può provocare marciume.

Le pere: come utilizzarle al meglio

Dal momento che le pere sono disponibili per gran parte dell'anno, spesso vengono consumate al naturale, utilizzate nelle macedonie di frutta (Macedonia di frutta alla parigina, Macedonia al Calvados).
Vengono spesso utilizzate nelle torte, impiegate sia nell'impasto che nella decorazione esterna, (Crostata di pere, Torta di pere ) o cotte nello sciroppo o nel vino ( Pere al Rulander ) con l'aggiunta di aromi.
Con le pere si preparano deliziosi flan, e crumbles (Crumble pere e cioccolato).

Ma proverbiale è l'armonia dello sposalizio con i formaggi stagionati dal gusto deciso, come quello piccante del gorgonzola, del pecorino e del parmigiano.

Prima dell'uso in cucina la pera deve essere lavata sotto l'acqua corrente, poi può essere consumata anche con tutta la buccia, scartando solo il torsolo interno. E poiché si ossida facilmente, è necessario consumarla appena tagliata, o bagnarla con succo di limone.


 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno