Tacchino, caratteristiche e ricette

Il tacchino offre dei tagli di carne abbastanza magri con i quali è possibile preparare molte invitanti ricette. Conosciamo meglio il tacchino e le sue caratteristiche.

Tacchino, caratteristiche e ricette

Tacchino, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (56)



Importato dall'America in Spagna, da qui il tacchino si diffuse rapidamente in tutt'Europa. Una coppia di tacchini (la femmina era bianca) fu portata da Hispaniola a Roma subito dopo il 1520.
Nel 1538 i tacchini erano già presenti in Francia, dove erano ben conosciuti nel 1552. In Inghilterra la prima data certa della loro presenza è il 1541.
A metà del XVI secolo sono accertati in Norvegia e Danimarca e nella fattoria reale svedese nel 1556.
Col passare degli anni il tacchino si è inserito di prepotenza nelle diete degli europei, Italia compresa.

Oggi in Italia si consumano circa 20 kg pro capite di carni aviarie (principalmente pollo e tacchino e percentuali minori di anatre), con percentuali di carne di tacchino che al momento superano il 25% e sono in costante aumento.

Proprietà nutrizionali
La carne di tacchino gode di una peculiarità sia nel petto che nella coscia, non tanto quella di avere un limitato contenuto di colesterolo (da 60 a 75 milligrammi per 100 grammi di parte edule), ma quella di avere una quantità di fosfolipidi dieci volte superiori, e tali valori sono ritenuti molto importanti agli effetti della produzione nel sangue di colesterolo buono, o HDL. Ovviamente, questa preziosa caratteristica non deve essere rovinata da una cucina che aggiunga grassi saturi.

La composizione media della carne di tacchino per 100 grammi di prodotto edule è di 222 calorie nei tacchini adulti e 157 in quello giovane, 20,20 grammi di proteine, 15 grammi di grassi, 13 mg di vitamina A e 74 mg di colesterolo, come abbiamo evidenziato in precedenza, grande la quantità di fosfolipidi totali, da 567 a 766 mg a seconda si tratti del petto o della coscia.

Solitamente a tavola il tacchino è accompagnato dal sugo e dal ripieno, e questo perchè la carne di tacchino, come quella del pollo, è abbastanza asciutta, quindi nel cucinarla abbiate sempre cura di accompagnarla con qualche sughetto o qualche intingolo che stemperi questa peculiarità e lo renda più piacevole al palato.


 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno