Questo sito contribuisce alla audience di

Cibo bio? Ecco come sceglierlo

Una guida pratica e veloce all'acquisto consapevole. Perché bio non vuol dire per forza salutare

Cibo bio? Ecco come sceglierlo

Così naturale, così chic

Sarà perché contagiati da una moda dilagante, sarà per una scelta ponderata e consapevole, fatto sta che sono sempre di più gli italiani che si convertono al cibo biologico. Larga parte, in questa tendenza crescente, ce l'hanno avuta i recenti scandali alimentari che hanno coinvolto alcuni alimenti in commercio: dal ragù di carne di cavallo ai pomodori in scatola provenienti da aree agricole contaminate.

I prodotti a marchio biologico: come riconoscerli

Contraddistinti dal classico simbolo della fogliolina di basilico circondata dalle stelline della Cee, i prodotti a marchio bio seguono una serie di normative restrittive che garantiscono la mancanza di residui di sostanze chimiche (come i pesticidi), maggiori controlli e una qualità più alta del prodotto. Inoltre, frutta e ortaggi bio, provenendo da terreni non impoveriti dall’agricoltura intensiva, risultano essere molto più ricchi di antiossidanti e minerali essenziali.

Ma il complesso dei prodotti bio comprende anche cereali e farine (da cui pane e prodotti da forno), latte e derivati, uova, salumi o miele, ottenuti sempre in condizioni di basso dosaggio di conservanti e sostanze chimiche.

Bio vuol dire salutare?

Spesso ci si fa scudo dell'etichetta bio per comprare prodotti si, privi di sostanze chimiche dannose, ma non esattamente "sani". Come biscotti, snack, merendine a base di farine raffinate, che spesso sono ricchi di zucchero e contengono olio di palma, meno caro di altri oli vegetali ma potenzialmente  nocivo per la salute. Meglio lasciare da parte anche cibi che sull'etichetta riportano la scritta generica "grassi vegetali” o “olio vegetale”, perché non è specificata la tipologia di olio utilizzata.

Dove acquistare i prodotti bio

Nella  maggior parte delle città italiane nei supermercati esistono degli scomparti dedicati ai prodotti bio. Un altro modo per fare una spesa  "organica" è affidarsi ai gruppi di acquisto solidale (G.A.S.), un modo alternativo di fare la spesa collaborando con amici, parenti o semplici conoscenti.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno