A proposito di vongole

Conosciamo le vongole e come distinguerle dai lupini. Una veloce lettura per conoscere meglio le vongole e le sue caratteristiche.
 

A proposito di vongole

Quando pensiamo ad un bel piatto di pasta con i frutti di mare probabilmente la prima ricetta che ci viene in mente è quella degli spaghetti alle vongole, semplicissimi da realizzare ma dal sapore incredibilmente attraente, ma siamo certi che quelle che abbiamo acquistato siano proprio vongole e non i loro cugini "poveri", i lupini?

Difficilmente al banco del pesce al supermercato o anche dal pescivendolo troviamo il cartello che indica i lupini, son tutte vongole! Alcune volte troviamo l'indicazione "vongole" e quella "vongole veraci", ma le differenze tra le due varietà di molluschi ci sono, e sono anche notevoli!

Iniziamo col dire che, mentre i lupini sono oggetto di sola pesca, le vongole "veraci" al contrario possono essere anche coltivate, le differenze di forma vedono i lupini tondeggianti e con sifoni molto corti, mentre le vongole si presentano con una forma più allungata e sopratutto il sifone lungo anche più di 2 centimetri. Inoltre il guscio del lupino è liscio, mentre quello della vongola presenta striature in rilievo.
La differenza invece tra vongole d'allevamento e vongole pescate consiste nella distanza tra i due sifoni, quasi attaccati per le vongole allevate e molto distanziati per quelle veraci che vengono pescate, ed ovviamente nel sapore, molto più convincente in quelle pescate.

Venendo al fattore che ci tocca più da vicino, il sapore, il lupino, vivendo in acque aperte, ha un sapore più forte di quello della vongola, che viene invece coltivata in acqua salmastre, con un contenuto di sale minore e con un sapore di conseguenza più delicato, cosa che fa lievitare anche il prezzo d'acquisto.

Valgono come per tutti gli altri molluschi le solite raccomandazioni, non acquistate prodotti sfusi ma solo in confezione, con regolare cartellino che ne certifichi la provenienza, inoltre al momento dell'acquisto vongole o lupini che siano devono risultare vivi.

E' infine consigliabile, prima del consumo, lasciarle a spurgare in acqua e sale per qualche ora allo scopo di eliminare sabbia e fango, e non vanno conservate in frigorifero per più di un giorno.
La vongola (ma anche il lupino) è ricca di proteine e povera di grassi, contiene sali minerali come ferro, calcio e fosforo e fornisce solo 72 calorie per 100 grammi di prodotto edibile.

Una curiosità: se lasciata vivere, la vongola è uno degli animali più longevi al mondo, potendo superare i 4 secoli di vita!

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno